CELEBRAZIONE PER IL TEMPO PASQUALE

 

Morti e risorti con Cristo

 



Celebrazione della memoria battesimale nel tempo di Pasqua
L’assemblea si raduna presso il fonte battesimale, oppure in altro luogo dal quale procede verso il fonte insieme ai ministri. In processione viene portato il cero pasquale acceso.


Canto d’ingresso

Sac.: Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Tutti: Amen.

Sac.: Fratelli, eletti secondo la prescienza di Dio Padre mediante la santificazione dello Spirito per obbedire a Gesù Cristo e per essere aspersi del suo sangue: grazia e pace in abbondanza a tutti voi.
Tutti: E con il tuo spirito.

Sac.: Fratelli e sorelle, nel fonte battesimale si dischiude la porta della vita nello Spirito e si riapre ai figli della Chiesa la soglia vietata del paradiso. Qui è offerto all’uomo il lavacro salutare che lo guarisce dalle piaghe devastanti dell’antico peccato e lo reintegra nello splendore della divina immagine. Di qui fluisce l’onda purificatrice che travolge i peccati e fa sorgere nuovi germogli di virtù e di grazia. Di qui scaturisce la sorgente che emana dal fianco di Cristo e chi ne attinge entra nella vita eterna. Di qui la lampada della fede irradia il santo lume che dissipa le tenebre della mente e svela ai rinati nel battesimo le realtà celesti; in questo fonte i credenti sono immersi nella morte di Cristo, per risorgere con lui a vita nuova.

Guida: Ascoltiamo come la Chiesa fin dall’antichità ha istruito i suoi figli. La Pasqua di Cristo, prefigurata nel passaggio del popolo eletto dalla schiavitù alla libertà, si è compiuta in noi nel battesimo: l’acqua del fonte battesimale è per noi «acqua di salvezza».


 

 



Lettura patristica

Dalle Catechesi mistagogiche di Cirillo di Gerusalemme (Cat. 1,2-3). Quando il faraone, tiranno aspro e crudele, angariava il popolo libero e generoso degli ebrei, Dio mandò Mosè a farli uscire da questa dura schiavitù degli egiziani. Le porte furono unte col sangue dell’agnello, perché lo sterminatore risparmiasse le case che avevano il segno del sangue, e il popolo degli ebrei fu inaspettatamente liberato. Mentre li inseguiva, dopo che si erano liberati, vide che straordinariamente il mare si apriva davanti a loro. Tuttavia andò avanti, calcando orma su orma e improvvisamente fu sommerso e inghiottito in mezzo al mar Rosso. Trasferisciti con me ora dalle cose antiche alle nuove, dal simbolo alla realtà. Lì era Mosè, da Dio mandato in Egitto, qui Cristo, dal Padre mandato nel mondo. Lì per far uscire dall’Egitto il popolo oppresso, qui perché Cristo liberasse quelli che nel mondo sono oppressi dal peccato. Lì il sangue dell’agnello fu la deviazione dello sterminatore, qui il sangue dell’agnello immacolato Gesù Cristo è il rifugio contro i demoni. Il tiranno inseguì l’antico popolo fino al mare, e il demonio audace, turpe e principe del male ti inseguì sino alle stesse sorgenti della salvezza. Quello fu sommerso nel mare, questo scomparve nell’acqua della salvezza.
 

MEMORIA DEL BATTESIMO

Sac.: Fratelli e sorelle, nella luce della Pasqua, facciamo grata memoria del nostro battesimo e preghiamo perché i figli rigenerati da questo fonte attuino nelle opere gli impegni che ne derivano e onorino con la coerenza della vita i doni della grazia divina.
Tutti pregano per alcuni istanti in silenzio.

Sac.: Benedetto sei tu, Dio, Padre onnipotente: hai creato l’acqua che purifica e dà vita.
R/. Benedetto nei secoli il Signore.

Sac.:
Benedetto sei tu, Dio, unico Figlio, Gesù Cristo: hai versato dal tuo fianco acqua e sangue, perché dalla tua morte e risurrezione nascesse la Chiesa.
R/.

Sac.: Benedetto sei tu, Dio, Spirito Santo: hai consacrato il Cristo nel battesimo al Giordano, perché noi tutti fossimo in te battezzati.
R/.

Sac.: O Dio, che nel sacramento della rinascita accresci incessantemente il numero dei tuoi figli, fa’ che i rigenerati a questo fonte di salvezza rendano gloria al tuo nome con la testimonianza della vita e manifestino a tutti la santità della Chiesa madre. Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

Il sacerdote asperge se stesso e tutti i presenti mentre si esegue un canto adatto.


CONSEGNA DELLA LUCE

Un ministrante presenta il cero pasquale acceso. Il sacerdote che presiede invita l’assemblea ad accendere le proprie candele alla luce del cero.

Sac.: Venite, ricevete la luce dalla Luce che non tramonta e glorificate Cristo che è risorto dai morti. Tutti si accostano al cero e ne prendono la luce mentre si canta: O Luce radiosa (cf Repertorio Nazionale dei canti, 105) o un altro canto adatto.
Poi il sacerdote invita l’assemblea ad avviarsi verso il luogo della proclamazione della Parola.

Processione

Sac.: Fratelli e sorelle carissimi, andiamo incontro al Signore per ascoltare la sua Parola e per accoglierla rinnovando la nostra vita.

La processione è accompagnata dal suono dell’organo o da un canto processionale.

ASCOLTO DELLA PAROLA

 

Lett.: Dalla prima lettera di San Pietro  (1 Pt 1,14-21)
Come figli obbedienti, non conformatevi ai desideri d'un tempo, quando eravate nell'ignoranza, ma ad immagine del Santo che vi ha chiamati, diventate santi anche voi in tutta la vostra condotta; poiché sta scritto: Voi sarete santi, perché io sono santo. E se pregando chiamate Padre colui che senza riguardi personali giudica ciascuno secondo le sue opere, comportatevi con timore nel tempo del vostro pellegrinaggio. Voi sapete che non a prezzo di cose corruttibili, come l'argento e l'oro, foste liberati dalla vostra vuota condotta ereditata dai vostri padri, ma con il sangue prezioso di Cristo, come di agnello senza difetti e senza macchia. Egli fu predestinato già prima della fondazione del mondo, ma si è manifestato negli ultimi tempi per voi. E voi per opera sua credete in Dio, che l'ha risuscitato dai morti e gli ha dato gloria e così la vostra fede e la vostra speranza sono fisse in Dio.
- Breve riflessione

Preghiera universale

Sac.: Rivolgiamo la nostra preghiera a Dio Padre onnipotente, che nel mistero pasquale ci ha fatto rinascere come suoi figli dall’acqua e dallo Spirito Santo.

R/. Rinnova in noi, o Padre, le meraviglie del tuo amore.

- Per tutti i cristiani, perché siano testimoni gioiosi della risurrezione del Signore e la coerenza della loro vita parli in favore della loro fede, preghiamo.
- Per tutti i bambini e gli adulti che in questo tempo di Pasqua nascono alla fede nei sacramenti dell’iniziazione: perché crescano in età e grazia davanti a Dio e trovino nella comunità cristiana guide ed esempi saggi che li fortifichino nella sequela di Cristo, preghiamo.
- Per gli uomini e le donne del nostro tempo, perché la luce della Parola di Dio li educhi alla vera libertà e li aiuti a raggiungere la maturità negli affetti e nelle relazioni, a qualificare i tempi della vita personale e sociale, ad agire con prontezza in favore di quanti sperimentano fragilità e disagio, a trasmettere alle generazioni i valori autentici della civiltà e il senso di appartenenza a una comunità solidale e responsabile, preghiamo.
- Per il mondo in cui viviamo, perché cessino gli odi, le sopraffazioni, le discriminazioni e ogni uomo impari a vedere nell’altro non il nemico da annientare o il rivale da sopraffare ma un fratello con cui costruire un futuro migliore, preghiamo.
- Per quanti ci hanno educato alla fede e sono passati da questo mondo al Padre: per i familiari, i catechisti, i sacerdoti, i religiosi e gli amici che ci hanno accompagnato nella sequela del Signore, perché contemplino nella gloria Colui che hanno servito e testimoniato con amore in questa vita, preghiamo.

Preghiera del Signore


Sac.: Obbedienti alla parola del Salvatore e memori del battesimo nel quale abbiamo ricevuto lo Spirito di figli adottivi, rivolgiamo la nostra preghiera al Padre celeste.
Padre nostro... (in canto)

Sac.:
Dio di eterna misericordia, che nella ricorrenza pasquale ravvivi la fede del tuo popolo, accresci in noi la grazia che ci hai dato, perché tutti comprendiamo l’inestimabile ricchezza del battesimo che ci ha purificati, dello Spirito che ci ha rigenerati, del sangue che ci ha redenti. Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

BENEDIZIONE E CONGEDO

 

Sac.: Il Signore sia con voi.
Tutti: E con il tuo spirito.


Sac.: E la benedizione di Dio onnipotente,
Padre e Figlio † e Spirito Santo,
discenda su di voi, e con voi rimanga sempre.
Tutti: Amen.

Sac.: Andate e portate a tutti la gioia del Signore risorto, alleluia, alleluia.
Tutti: Rendiamo grazie a Dio, alleluia, alleluia.

Canto di ringraziamento

 

 

 

 

 

FORMATO PdF

 



tratta dal Sussidio CEI, Portate a tutti la gioia del Risorto, Quaresima-Pasqua 2006.

 

 

 





 

 

 

 

 

CELEBRAZIONE PER IL TEMPO PASQUALE
Morti e risorti con Cristo
Fratelli e sorelle, nel fonte battesimale si dischiude la porta della vita nello Spirito e si riapre ai figli della Chiesa la soglia ...continua

 

CELEBRAZIONE PENITENZIALE
in preparazione alla pasqua
Gesù ha voluto manifestarci che il Padre suo perdona sempre al peccatore pentito. E perché noi lo comprendessimo meglio ...continua

 

ADORAZIONE
per la sera del Giovedì Santo
A nostro Signore Gesù, che in questo giorno si è consegnato alla passione per la nostra salvezza dopo averci lasciato ...continua

 

VIA CRUCIS AL COLOSSEO
Venerdì Santo, 18 aprile 2014
Dio ha messo sulla Croce di Gesù tutto il peso dei nostri peccati, tutte le ingiustizie perpetrate da ogni Caino contro suo fratello ...continua

 

PADRE NELLE TUE MANI CONSEGNO IL MIO SPIRITO
Leggendo con attenzione il brano possiamo individuare i seguenti passaggi: il cammino di salita al calvario, la meta, la ...continua

 

PREGO COME BARTOLOMEA ALL'INIZIO DEL NUOVO GIORNO Bambini di IV elementare
Gli alunni di quarta B della scuola primaria dell’«istituto Margherita» Bari, riflettendo sulla preghiera di Bartolomea, ne hanno ...continua

 

PREGHIERA SANTO ROSARIO
Chiediamo a Maria il dono di essere
TESTIMONI DI MISERICORDIA

«Abbiamo sempre bisogno di contemplare il mistero della misericordia...», ma «ci sono momenti nei quali in modo ancora ...continua

 

IL SANTO ROSARIO
In prossimità della Beatificazione di Papa Paolo VI, ci facciamo accompagnare dalle sue parole e dai suoi inviti per rinnovare la ...

MARIALIS CULTUS, Esortazione Apostolica, 2 febbraio 1974
RECURRENS MENSIS OCTOBER; Esortazione Apostolica, 7 ottobre 1969
UDIENZA GENERALE, mercoledì 7 ottobre 1964

 

BREVE STORIA DEL ROSARIO
Lo studio della storia del rosario, necessariamente frammentario e per grandi linee, risponde ad una legittima ...continua

 

LA CATTEDRA DI UNA SINGOLARE PREGHIERA
Giovanni Paolo II
Inginocchiandomi qui, presso la grotta di Massabielle, sento con emozione di aver raggiunto la meta del mio
...continua

 

MARIA, MODELLO E GUIDA NELLA FEDE - (Lc 1,39-45)
Giovanni Paolo II
Ci accompagnano, lungo la via della croce, le La prima beatitudine riportata nel Vangelo è quella della fede, ed è riferita a
...continua

 

LA PREGHIERA DEL ROSARIO - Breve commento alla "Lettera apostolica 'Rosarium Virginis Mariae"
Giovanni Paolo II
La preghiera del rosario è stata definita un’ “arte personalissima” anche se la sua recita avviene di solito in un contesto
...continua

 

 

 

 

sito web ufficiale: www.suoredimariabambina.org